Marmellata di fragole fatta in casa. Facile, veloce e piena di gusto.


Il sole finalmente scalda le nostre giornate e non solo… più luce, più colori, più profumi.

Profumi inebrianti di fiori e primizie di stagione, impossibile per me non onorare una delle regine della primavera: la FRAGOLA!!

Adrenalina per i nostri sensi con il suo sapore dolce e persistente. Ed allora, come non farsi tentare nel racchiudere e conservare questa meraviglia della natura di cui la Campania è il maggior produttore in Italia, in modo da poterne godere tutto l’anno?!

Ecco la mia semplicissima ricetta per la marmellata di fragole fatta in casa.

Regola base per tutte le marmellate: più dolce è il frutto, meno occorre lo zucchero aggiunto che anche nelle migliori qualità è comunque un prodotto industriale.

Il rapporto ideale è: 400 gr di zucchero per 1 kg di frutta lavata e ripulita dal picciolo. Mettete le fragole tagliate a pezzettoni in una pentola molto alta ed aggiungete lo zucchero.

Lasciate cuocere a fuoco lento in modo da non lasciar evaporare l’acqua della frutta troppo velocemente. Fate attenzione, la cottura è il passaggio piú delicato del processo. Meno cuoce il composto, più si conserverà il sapore ed il profumo della frutta come se fosse appena colta ogni volta che apriamo il barattolo.

Per capire quando la nostra marmellata è pronta, bisogna fare la “classica” prova sul piattino: la “prova sul piattino” relativa alla cottura consiste nel prelevare un po’ di marmellata, circa 1/2 cucchiaino, e metterla in un piattino, lasciarla raffreddare alcuni minuti. Una volta fredda, alzare il piattino in verticale e notare come “cola” la marmellata… quando la consistenza è densa ed omogenea è pronta.

Mentre la marmellata cuoce iniziate il processo di sterilizzazione dei barattoli.

E’ buona regola procedere alla sterilizzazione dei barattoli. Bisogna innanzitutto lavarli accuratamente, poi metterli nel forno preriscaldato a 120° per 20 minuti.

Versare la marmellata ancora bollente nei barattoli, non riempirli fino all’orlo, ma lasciare circa 1 cm di spazio. Se la marmellata verrà consumata entro un breve arco di tempo, non occorre procedere alla bollitura ma è sufficiente versare sulla superficie qualche goccia di alcol ad alta gradazione tipo brandy.

Marmellata di fragole fatta in casa

Chiudere immediatamente i barattoli.

Dopo un paio di giorni sarà pronta per le vostre fette biscottate o per farcire una croccante costata.

Buon appetito.

Prova anche come fare la Marmellata di more di gelso


"Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.
Tutte le informazioni ed i contenuti (testi, grafica ed immagini) riportate sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio; se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo all' email webmaster at appetitovienviaggiando.com e provvederemo immediatamente a rimuoverlo." Per l'informativa completa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) Clicca qui

l' Appetito Vien Viaggiando è stato realizzato nel 2018 da TurApp di CT - Partita IVA 01491620496

Privacy Policy

x

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o anche solo per saperne di più clicca su i pulsanti sottostanti.