Cosa vedere a Napoli in un fine settimana. Terzo e ultimo giorno


Cosa vedere a Napoli in un fine settimana ? Il vostro ultimo giorno a Napoli è dedicato al piacere per gli occhi e alla gioia del cuore. Un percorso che lambisce il mare e ci mostra a pieno il rapporto indissolubile tra i napoletani ed il mare. Partiamo da uno dei momumenti simbolo di napoli e attraversiamo la “napoli bene” tra boutique di alta moda e locali di tendenza.

Una dette tante anime che vive in simbiosi con i contrasti della città ma che contribuisce a dare a Napoli quel fascino magnetico che ha sempre attratto turisti da tutto il mondo.

Cosa vedere a Napoli, terzo giorno: Mattina

Partendo da Piazza Plebiscito, ci dirigiamo verso il borgo di Santa Lucia ed il suo piccolo porticciolo a ridosso del Castel dell’Ovo.

Castel dell’Ovo è uno dei simboli della città più amato dai napoletani perché è stato nella storia un baluardo di difesa per la città ed ai nostri giorni perché è una cornice suggestiva per le passeggiata romantiche al tramonto. Ritratto nelle foto di ogni turista, in estate, accoglie frotte di ragazzi che fanno i bagno nell’insenatura che fu costruita per accogliere le imbarcazioni durante le notti di tempesta.

Molto caratteristico è anche il borgo Marinari che si sviluppa ai suoi piedi e dove trovano sede alcuni dei circoli nautici più importanti.

Passeggiamo sul Lungomare Liberato (splendida isola pedonale ribattezzata in questo modo dal sindaco De Magistris) in direzione di Piazza Vittoria e risaliamo Via Calabritto con le sue boutique di alta moda per giungere nell’incantevole salotto buono della città: Piazza dei Martiri.

Un caffè seduti ai tavolini in piazza è praticamente d’obbligo.

Pronti? Perfetto, riprendiamo il giro.

Seguiamo Via ChiaiaVia Filangieri e imbocchiamo Via dei Mille fino ad arrivare al PAN (palazzo delle arti di Napoli). Controllato se c’è qualche mostra che vi interessa?

Voltando a sinistra scendiamo lungo Piazza San Pasquale verso il lungomare questa volta attraversando la Villa Comunale con una tappa dinanzi l’ingresso dell’acquario e alla residenza presidenziale “Villa Pignatelli“.

Che ore sono? Pranziamo? Credo che una buona pizza o una zuppa di cozze nei tani ristorantini sia l’ideale; se il bel tempo è dalla vostra parte e traveste un tavolo all’aperto, sarà come pranzare direttamente a mare.

Dopo pranzo, facciamo ancora qualche passo sul lungomare fino ad arrivare a Piazzetta Leone dove poter prendere un bus (linea C21) per raggiungere velocemente il Parco Virgiliano sulla collina di Posillipo. Salendo sul bus, restate rigorosamente sul lato sinistro per poter godere della spettacolare vista che offrirà il percorso.

Arrivati al parco, passeggiata comodamente lungo il parco e nelle vie che lo costeggiano e riempite le memori card delle macchine fotografiche per portare con voi ogni scorcio del golfo che potrete ammirare dalla sua sommità.

Il tour su cosa vedere a Napoli finisce così, con il ricordo indelebile del mare del golfo, le isole di Capri, Ischia e Procida che sbucano dal mare all’orizzonte pronti ad accogliervi alla vostro prossima visita.
Buon viaggio.

Inserisci il tuo commento