Ricetta marmellata di albicocche fatta in casa


D’estate grazie alla varietà ed abbondanza di frutta e verdura, è un continuo susseguirsi di preparazioni di conserve per l’inverno.
Sono una vera appassionata di marmellate anche se richiedono sapienza, tempo e dedizione.

Questa volta ho scelto di preparare la confettura di albicocche. C’è un periodo molto ristretto per farla, le albicocche non devono essere troppo acerbe altrimenti la confettura risulterebbe amarissima. Occhio a non sceglierle troppo mature, altrimenti si rischia di trovare parecchi “vermetti” al loro interno.

Non bisogna mai improvvisarsi, ma seguire precise regole igieniche e di conservazione dei cibi per non andare incontro a problemi, come il botulino.

Nel caso delle confetture questo pericolo non è proprio dietro l’angolo, in quanto l’alto tenore di zucchero è un ottimo antibotulinico (che è un batterio anaerobico). Mai dimenticare di procedere ad una corretta sterilizzazione dei vasetti per una buona e lunga conservazione.


lavate le albicocche

Lavate accuratamente le albicocche, privatele dell’osso.

tagliate le albicocche

Tagliatele grossolanamente, pesatele e mettetele in una pentola molto capiente.

aggiungere lo zucchero

Poichè l’albicocca è un frutto dolce, ma dal restrogusto po’ amaro per via della buccia, per ogni kg di frutta pulita aggiungo 400 gr di zucchero.

Come già spiegato a proposito della marmellata di fragole, è necessario far cuocere senza il coperchio, a fuoco lento per non far “attaccare” la frutta e lo zucchero al fondo della pentola (infatti è un’ottima regola utilizzare pentole dal fondo molto spesso).

Meno cuoce il composto, più il sapore ed il profumo della frutta rimarrà autentico, come se fosse stata appena colta. Io considero un’oretta per ogni kg di frutta messa a cuocere.

Per verificare la cottura, fare la prova sul piattino: ovvero, prelevare un po’ di confettura e metterla in un piattino lasciandola raffreddare. Quando
la consistenza e densa e una volta fredda, non “cola” dal piattino è pronta!!

cottura marmellata di albicocche

Se amate la confettura a pezzettoni, lasciatela cuocere come appena descritto. Viceversa, se preferite una confettura omogenea e facilmente spalmabile, a metà cottura procedete per circa 30 secondi con il minipimer, che la renderà cremosa ed uniforme.

Mentre la marmellata cuoce, bisogna procedere alla sterilizzazione dei barattoli.

sterilizzare i barattoli in forno

Lavarli accuratamente, asciugarli e mettere in forno preriscaldato a 120° per 20 minuti.

Versare la confettura ancora bollente nei barattoli, non riempirli fino all’orlo, ma lasciare 1 cm di spazio.

Versare sulla superficie qualche goccia di alcool ad alta gradazione tipo brandy o whisky.

barattoli marmellata albicocche fatta in casa

Perfetta per fare colazione, per le crostate,biscotti e per farcire la Sacher!!

N.B.
Se siete appassionati come me, non solo di conserve,ma anche di liquori fatti in casa, non buttate via i noccioli delle albicocche. Lavateli e metteli a seccare. Con le armelline delle albicocche si potrà fare un liquorino fantastico.

Inserisci il tuo commento