La peggiore pizza della nostra vita. La Bella Idrusa a Otranto.


Sono senza parole.

Se vi trovate ad Otranto in vacanza o semplicemente ci siete di passaggio ad ora di cena, vi capiterà sicuramente di vedere una fila enorme all’ingresso di una pizzeria nel centro della cittadina pugliese. Il locale si chiama “La Bella Idrusa” e vi consiglio caldamente di evitarla!

La pizzeria “La bella Idrusa” occupa una posizione più che strategica rispetto alla città. La struttura occupa due locali e lo spazio antistante il muro di cinta della città fortificata di fianco all’ingresso principale. Uno dei pochi motivi della sua fortuna e del suo “successo” credo sia proprio la sua posizione. Un successo che si misura a occhio ogni sera dato che in media i tempi di attesa per accedere ad un agognato tavolo è di circa DUE ORE se tutto va per il verso giusto. Piccola nota: oltre le 19:00 non si prenotano tavoli.

Noi ci abbiamo cenato una sera spinti dalla curiosità ed invogliati dal fatto che essendo le 19:30 ancora non ci fosse la ressa all’ingresso. E’ quindi a ragion veduta che nel leggere le recensioni positive mi viene da sgranare gli occhi.

Eravamo pochi clienti e quindi il sovraffollamento non è la causa della nostra “disavventura” culinaria.

Abbiamo ordinato una frittura mista di terra (il locale si definisce sfizzioseria) e da lì avremmo già dovuto capire la piega che ha poi assunto il resto della cena. La porzione era ridicola per un costo di 6€ ma la cosa peggiore era che tutto sapeva di pesce e mangiare una patatina equivaleva a mangiare un bel calamaretto fritto…
Abbiamo ordinato due pizze: una margherita per mia moglie e per me una “Pugliese” con cipolla bianca tipica del salento e salsicce. La pizza è grande come un disco volante ma senza sapore. La pasta molle e senza sale. La salsa acida e le salsicce crude. Sulla margherita di Monica al posto della mozzarella credo ci fosse poco più di un Galbanino o qualcosa del genere

Una birra grande e un’acqua minerale per la modica somma di 25€. Il prezzo veramente basso ma la qualità e il sapore ancora inferiori. Il giorno dopo siamo stati entrambi nauseati fino a tarda sera e per uno con il mio stomaco è ben dire.

In conclusione: non fregatevene delle mode, soprattutto a tavola. Otranto (e i dintorni) è piena di locali che preparano ottimo cibo a prezzi ragionevoli e nei prossimi post ve ne racconterò qualcuno.

Inserisci il tuo commento